Posted by on May 4, 2016

Abruzzo_concert_

LINE co-presents France Jobin & Fabio Perletta on May 12 in Teramo Italy at L’Arca – Laboratorio per le arti contemporanee

La geografia culturale della contemporaneità sta indiscutibilmente subendo un’ennesima evoluzione: la vituperata estetica del non-luogo, temporanea illusione post-’90 trascinata ignobilmente per tutta la prima decade del nuovo millennio, è, oggi, quantomai deprivata dai suoi significati più profondi. Il web 2.0 e la connettività ne hanno assimilato i contenuti, liberando lo spazio ‘tutto’ dalla subalternità metropolitana. Riscoprire le identità paesaggistiche, urbane ed umane delle realtà ‘locali’ (e localizzate) è forse, ora, il paradigma più adeguato alla germinazione e crescita di incontaminati e primigeni linguaggi e percorsi artistici. In∩Out vuole essere una presa di coscienza, una dimostrazione di esistenza, una prima azione, visionaria, per vivere una città, Teramo, oltre le sue frizioni interno/esterno e scoprendone valori legittimamente internazionalizzabili.

_____________

Sullo sfondo del malinconico transito del tempo, France Jobin ricama trame minimaliste di microscopiche ed infinitesimali delicatezze: biologie cristalline colte nel loro divenire, immortalate nella loro mutevolezza, osservate nelle lente ed organiche trasformazioni. Un sistema impercettibile di rifrangenti equilibri, unico nel suo essere, sublime nella sua discrezione. Nella glaciale irrealtà contemporanea, Singulum ci parla di scienza quale epifania della natura, nelle sue debolezze e caducità indaga fra sensibilistiche relazioni particellari scoprendone l’umanità e la fragilità.

Licenziato da LINE nel Febbraio 2016
http://www.lineimprint.com/editions/cd/line_075/

Un polittico di visioni spaziali compiute. Genkai 限界, scambio intellettuale e sonico fra Fabio Perletta ed Haruo Okada (JP), produce moduli paesaggistici impossibili e limitati nella loro in-confinabilità. In equilibrio fra sottili e dicotomiche relazioni fra pieni e vuoti, il lavoro a quattro mani del riduzionista abruzzese e del sound designer nipponico, ragiona su soluzioni elettroacustiche metafisiche, dove la ‘rappresentazione’, alterata dall’interpretazione, raggiunge, nella sua espressione minima, vastità meditative Zen, tanto libere e cerebrali quanto scientificamente tattili.

Pubblicazione prossima su LINE
http://www.lineimprint.com/editions/digital/line_080/

_____________

19.00 Fabio Perletta
— esegue Genkai 限界 (LINE_080), in collaborazione con Haruo Okada

19.45 France Jobin
— esegue Singulum (LINE_075)

A CURA DI
Claudia Di Giuseppe

INGRESSO
con offerta sottoscrittiva

INFO
+ 39 0861 240732

TESTO CRITICO
Marco Marzuoli

PARTNERS
Lux
LINE
L’Arca – Laboratorio per le arti contemporanee
Comune di Teramo
Canada Council for the Arts | Conseil des Arts du Canada
Fazenda

 

“France Jobin wishes to thank the Canada Council for the Arts for its financial support.”

CAC_Logo_FR_coul